Archivio dell'autore: justamess91

Ti voglio addosso sempre

Standard

E’ come se sentissi che qualcosa sta per succedere, come se lo sapessi.

Ti apro la porta piano, è tardi, non facciamo rumore. Ed eccoti. Bello.

Hai bevuto un po’, hai quella luce negli occhi di quando lasci cadere le tue barriere e sei meravigliosamente te stesso. Sento il tuo profumo da lontano, senza nemmeno sfiorarti, mi inebri.

Faccio fatica a non dare a vedere quello che provo, sono trasparente per te, mi hai capita subito.

Percorri il mio viso con lo sguardo, mi scruti, mi rovisti dentro, confondi i miei pensieri.

Lo so che è sbagliato, non avrei dovuto aprire quella porta, non avrei dovuto cedere all’irrefrenabile voglia di vederti.

Ma adesso sei qui. Sei qui e ti voglio, lo sappiamo entrambi.

Mi baci con quella lenta dolcezza che mi manda in estasi. Ti assaporo con tutta me stessa e mi perdo nel vortice che sei tu.

Il desiderio di te è talmente forte che mi divora, ti voglio dentro di me, voglio accoglierti, voglio averti adesso.

E in un attimo siamo io e te, e nient’altro. Mi spogli piano, ti spoglio, ti bacio. Non esiste niente che abbia mai desiderato di più.

Avevo quasi scordato che effetto mi fai. Mi prendi, ti sento, il tuo respiro addosso, le tue mani che mi accarezzano, che mi cercano, i tuoi occhi socchiusi.

Mi consumi lentamente, mi dono a te, ti spingi nel mio profondo, mi riempi totalmente e completamente, i polmoni colmi del tuo profumo.

La tensione sale alle stelle, e mi abbandono, annego nel piacere incessante ed impetuoso che mi travolge.

Prendimi ancora così, adesso, domani, per il tempo che ci rimane, ti voglio addosso sempre.

Annunci
Digressione

O: E cosa ti piace di lui?

G: Mi piace il fatto che riesca a tenermi testa, di non avere sempre ragione con lui, non avere sempre l’ultima parola. Mi piace che sia dolce, anche se non lo dà a vedere ed anche se non lo è con me. La sua gentilezza. Mi piace la sua curiosità, il fatto che si interroghi sulle cose, che sia capace di fornirmi un punto di vista a cui non avevo pensato. Il suo profumo. Il suo essere ipercritico, la certezza delle sue idee, la sicurezza che emana. E, soprattutto, mi piace quando ride. Quando ride è uno spettacolo.

Ricomincio da me.

Standard

Mangia poco, mangia sano, mangia piano. Assapora ogni boccone e goditelo.
Guardati intorno, rilassati, osserva: un dettaglio può salvarti la giornata.
Pensa A TE e a nessun altro.
Impegnati, non perdere tempo in attività che non giovano né al tuo corpo né alla tua psiche.
Divertiti. Ridi, abbandona la malinconia e sii te stessa. Guarda il lato positivo.
Non appoggiarti agli altri: impara a stare bene soprattutto da sola.
Dormi. Prenditi mezz’ora in più per crogiolarti nel letto senza pensare a niente.
Prenditi cura del tuo corpo andando in palestra ed elimina i vizi dannosi per la tua salute.
Ascolta musica, leggi, informati. Studia per conoscenza, non per il voto.
Ama, non frenarti e vivi le tue emozioni. Ama soprattutto te stessa.

Lost

Standard

La confusione è uno stato mentale che non mi si addice. Non reggo, non sopporto, mangio, non dormo, non ragiono. Mi sembra di essere tornata a due anni e mezzo fa. Anche questo periodo si concluderà con me che corro tra le tue braccia e vissero per sempre felici e contenti? A questo punto, lo spero. 

Perché, qualunque cosa tu faccia, mi mandi in confusione? Se ci vediamo… “lo sai come va a finire”… Se non mi scrivi, impazzisco. Se stiamo insieme, i miei sentimenti dopo sono insostenibili… Eppure, dopo tutto questo, sebbene io possa averti, ti voglio. Voglio i brividi quando mi baci sul collo, le mani intrecciate, gli sguardi che non finiscono mai, il tuo profumo che mi rimane addosso, gli abbracci che sembrano voler dire mille cose, il tuo modo di chiamarmi che mi piace tanto… 

Ti prego cagami perchè sto letteralmente impazzendo.

Lettera per te.

Standard

Sr, 31 luglio 2013

 

“ Noi condividiamo l’anima, forse per sempre”

“Sei dentro di me”

Queste cose le hai dette tu, le hai scritte tu. Eppure, non potrei sentirle più vere di così, più tangibili, più reali.

Tu sei in ogni mia cellula, ogni mio respiro, ogni pensiero che mi attraversa la mente è impregnato di te.

Hai detto che avresti voluto “disintossicarti” da me, e ci proverei volentieri anch’io, a farti uscire dal mio cuore e dalla mia anima…

Ma come si fa a liberarsi di se stessi? A prendere un pezzo di sé e far finta che non sia mai esistito?

Il nostro legame va al di là dell’amore, ti do ragione, ma E’ amore. Amore incondizionato, amore vero, sentirsi sotto la pelle, volerti dentro di me a più non posso, una fusione, in cui non si sa più chi sono io e chi sei tu.

Non capisco perché mi respingi, perché tu abbia deciso di ostinarti a credere che non possiamo stare insieme.

Gli errori che abbiamo fatto in passato ci sono sempre serviti da insegnamento e ne abbiamo fatto tesoro, siamo diventati più forti. Non vedo perché anche adesso non possa essere la stessa cosa.

Io non credo, mi dispiace, neanche per un secondo, che non mi ami più, per quanto tu possa esserne convinto in questo momento. E non mi arrendo.

A volte bisogna rimboccarsi le maniche e salvarli, certi amori. Io ce la metterò tutta. Per essere la parte migliore di me, per volere sempre il tuo bene, per non farti mai essere triste. Per starti accanto in ogni passo difficile che dovrai fare, in ogni sfida che vorrai intraprendere. Da amica, da fidanzata, in qualunque modo possibile. Perché il mio sentimento per te è eterno, incommensurabile, indescrivibile.

Non riesco a dirti, né a mettere per iscritto, ciò che provo quando ti ho accanto. Sono COMPLETA. E so che anche per te è così. Noi ci completiamo, ci sosteniamo e sopportiamo, siamo le due facce della stessa medaglia e le due metà della mela. Io sono il tuo destino e tu sei il mio, indipendentemente dallo stare insieme. So che in fondo al tuo cuore lo sai anche tu, che niente e nessuno potrà mai riempire il vuoto della distanza tra di noi.

Sei una persona meravigliosa, forte, determinato, coraggioso e fragile allo stesso tempo, dolce e risoluto, divertente e spiritoso, riflessivo quando serve e di un’intelligenza disarmante. Generoso, altruista, presuntuoso giusto al punto che piace a me. E chi non si accorge della grande fortuna che ha a conoscerti e starti vicino… non lo merita affatto.

Io lo so come sei, e CHI sei. E ti amo. Con tutte le tue debolezze e i tuoi punti di forza.

Ti amo nonostante tutto il resto, nonostante il tempo, le litigate, le nostre diversità. Profondamente e visceralmente, con ogni singola parte di me.

Amo i tuoi dubbi e le tue incertezze, le tue paure ed i momenti no. Amo quel lato di te che meno ti piace e che posso vedere soltanto io. Amo la tua passione nel fare le cose e la tua fame di vivere e di conoscenza, la tua curiosità e la tua pigrizia. Il tuo sentirti superiore agli altri, perché lo sei. Per me, lo sei. La tua “poca tolleranza”, che è solo pretendere di più, perché tu SEI di più. Sei più di tutto, sei l’infinito, sei l’aria che respiro, anche quando non ci sei. Sei il mio stimolo ad essere migliore.

E non ti dico tutto questo perché ho bisogno di te; come vedi, vado avanti, vivo anche da sola, prendo le mie decisioni e mi faccio la mia vita. Però, so, sono sicura, che da soli, per quanto “realizzati” potremmo mai essere, per quanti successi potremmo collezionare, non riusciremo MAI a dare vita alla meraviglia che siamo noi due insieme.

E se penso, anche solo un secondo, a passare una vita intera senza più averti accanto, senza vederti e condividere con te i momenti speciali, è come se la mia anima si lacerasse a metà; come se perdessi la parte più importante di me.

Per questo, e per mille altri motivi, ti chiedo di prendere questa lettera per quello che è, uno dei tanti modi in cui cerco sempre di dimostrarti la tua importanza.

Spero che non cambi la situazione tra di noi, che ciò che ti ho scritto non ti spinga a smettere di vederci, ma solo che tu capisca ancora una volta quanto noi, insieme, siamo capaci di affrontare qualunque difficoltà e che non smetterò mai di essere presente per te, qualunque cosa accada, nel modo migliore che mi permetterai ed in cui riuscirò a fare.